Henné: mix differenti

19 Lug Henné: mix differenti

Abbiamo visto nella Scheda utile di Ecocose sull’Henné quali sono i trucchi per esaltare il colore dell’Henné.

Ma in pratica che cosa accade al nostro Henné quando gli vengono aggiunti degli ingredienti addizionali? E che risultati si possono avere?

Naturalmente molto dipende dalla base di partenza: applicando l’ Henné puro su un capello naturale biondo chiaro, otterrò un rosso ramato chiaro molto intenso, una testa irlandese per intenderci! 🙂 Lo stesso Henné applicato su un capello castano scuro darà alla chioma un leggero riflesso rosso ben visibile alla luce e coprirà gli eventuali capelli bianchi colorandoli di rosso-aranciato.

Tuttavia aggiungendo al nostro Henné differenti mix di ingredienti cambierà sia il nostro impasto che il risultato finale e avremo l’effetto di andare ad esaltare o smorzare il colore rosso dell’Henné:

– Il curcuma ci aiuterà a ravvivare molto il riflesso rosso-aranciato acceso tipico dell’Henné; l’ infuso di karkadé donerà riflessi rosso scuro vivace; il vino rosso bollito (per fare evaporare l’alcool, non adatto sui capelli) esalterà i toni rosso scuri; il succo di mirtillo (o di un altro frutto rosso/viola simile) darà riflessi rosso molto scuro. Un mix di tutti questi ingredienti (o di parte di essi) esalterà al massimo le tonalità rosse.

– La polvere di cacao (proprio quello che usiamo per farci la cioccolata calda! 😀 ) esalterà i toni castani; i fondi di caffé daranno riflessi castano scuro smorzando il rosso dell’henné; l’Indigo darà riflessi tra il mogano e il castano scuro a seconda delle percentuali delle due piante. Un mix di tutti questi ingredienti (o di parte di essi) esalterà al massimo le tonalità castane/castano scure/ mogano.

Sperimentare in questo caso è essenziale, perché ogni diverso mix cambia leggermente il risultato e ogni capello si colora in maniera diversa.

Nelle 3 foto seguenti  vediamo come aggiungendo differenti ingredienti all’ Henné, Amla e Jatropha Khadi (un Henné già di suo addizionato di piante che esaltano il rosso e lo rendono più scuro) abbiamo dei risultati diversi ad iniziare dalla colorazione della pasta ossidata. Naturalmente poi l’effetto sul capello non sarà così netto e molto dipenderà dalla base di partenza, però ci dà un’idea dei risultati che possiamo ottenere.

 

Henné acidificato solo con limone e aceto

Henné acidificato solo con limone e aceto

Henné acidificato con karkadè e mirtillo

Henné acidificato con karkadè e mirtillo

Henné acidificato con curcuma, karkade e mirtillo

Henné acidificato con curcuma, karkade e mirtillo

Ed ecco alcuni risultati che si possono ottenere su una base castana scura con alcuni capelli bianchi. La distinzione sembra minima però guardando attentamente si vede che il capello hennato con l’aggiunta di curcuma ha un riflesso leggermente più chiaro. Ovviamente l’effetto non è evidentissimo perché la base del capello è già di per sè scura, ma su un capello più chiaro gli effetti sono ben più evidenti.

Capello hennato + karkadé e mirtillo

Capello hennato + karkadé e mirtillo

 

Capelli hennati + curcuma, karkadé e mirtillo

Capelli hennati + curcuma, karkadé e mirtillo

In quest’ultima foto si riesce a vedere bene come l’Henné colora i capelli, ma alla luce del sole i riflessi sono molto ben visibili mentre se la luce non è diretta i capelli hanno un aspetto del tutto naturale e non hanno quell’effetto “finto” tipico delle tinte chimiche.

Capelli hennati + curcuma, karkadé e mirtillo (luce del sole)

Capelli hennati + curcuma, karkadé e mirtillo (luce del sole)

La cosa divertente dell’Henné è che più si sperimenta più ci si avvicina al mix ideale per il proprio capello e per l’effetto che stiamo cercando. Per cui non abbiate paura di sperimentare! E tranquille, se usate degli ingredienti naturali, per quanto azzardato il vostro mix possa essere, non otterrete mai dei capelli verdi 😀 anzi, chissà che non inventiate proprio il mix perfetto!

Buon divertimento! 🙂

 

The following two tabs change content below.

Ecocose Gestore

Ultimi post di Ecocose Gestore (vedi tutti)

5 Commenti
  • Roberta
    Scritto alle 21:31h, 27 Settembre Rispondi

    Ciao, è da un po’ che sto pensando di passare al l’henne dato che i miei capelli dopo diversi anni di tinte sono cambiati molto e in peggio. Ho iniziato a colorarli un po’ per gioco, poi quando ho deciso di smettere sono comparsi i capelli bianchi! Io parto da un castano scuro, anche le tinte che faccio sono sui toni del nocciola-cioccolato (evito toni troppo scuri e freddi perché sembrerei mortisia e non mi donano!). Ho i capelli molto mossi tendenti al riccio, che hanno perso consistenza e volume, di lunghezza media. La parrucchiera mi ha consigliato di fare il sostegno, ma non vorrei dargli il colpo di grazia! Mi piacerebbe avere un colore simile a quello ottenuto con henné, curcuma, karkade e mirtillo….ma temo di scurirli troppo e di diventare davvero mortisia! D’altro canto, usando l’henne da solo finirei per avere solo riflessi rossi (non ho tantissimi capelli bianchi, ma comunque ci sono e sono visibili). Inoltre che quantità dovrei usare? E soprattutto, pensando da profana, karkade e mirtillo in che forma? È una domanda sciocca, ma non saprei bene da dove partire!!! Grazie mille per i consigli!!

    • Luana
      Scritto alle 11:58h, 18 Ottobre Rispondi

      Ciao,
      prima di passare all’henné da una tinta chimica, devono trascorrere almeno 2-3 mesi, altrimenti rischi di avere reazioni che non sono prevedibili.
      Se hai dei capelli bianchi, questi verranno coperti in modo diverso dall’henné, rispetto a quelli scuri. Così come la ricrescita, che ha il tuo tono naturale, sarà coperta in modo diverso dalle lunghezze che sono tinte. Questo perché l’henné e le erbe tintorie coprono i capelli in modo diverso a seconda che siano chiari o scuri, naturali o tinti.
      Non otterrai quindi un tono piatto e identico su tutti i capelli, come si ottiene con la tinta chimica.
      Per omogeneizzare il tutto, potrebbero volerci diverse applicazioni. Il risultato comunque sarà sempre sfaccettato e non identico. I capelli bianchi resteranno sempre un po’ più chiari rispetto a quelli scuri. Questo non significa che staranno male, ma solo che non devi aspettarti un colore unico.
      Per sapere se starai bene con un colore e che tipo di henné va bene per te, non hai altro modo che quello di provare sulla tua testa.
      L’henné non ha una “cartella colore” con cui capire quale mix usare, perché prende in maniera diversa da persona a persona e da capello a capello.
      Ti consiglio quindi di provare.
      Visto che è la tua prima volta, ti consiglio di puntare su un mix di henné e erbe tintorie già pronto, come ad esempio questo della Khadi: https://www.ecocose.com/henne-erbe-tintorie-e-tinte-vegetali/1256-khadi-henne-castano.html
      Una volta che ti sei impratichita con le erbe, e che magari il tuo colore si è stabilizzato, potrai provare a creare tu il tuo mix di henné e erbe a seconda del tono che vuoi ottenere.
      Considera che con il tempo e le applicazioni l’henné tende a scurire i capelli per cui ti consiglio di partire con dei toni più chiari, come il mix Khadi che ti ho suggerito, ed eventualmente pensare di scurirli in seguito, provando con mix di henné, karkadé (ibisco) e mirtillo.
      Un altro trucco per evitare che i capelli scuriscano troppo è quello di applicare l’impasto solo sulla crescita, evitando le lunghezze. Ma visto che tu vieni da tinte chimiche, ti consiglio di fare almeno due applicazioni generali prima di passare a fare solo la ricrescita. Una volta che il colore ti soddisfa ed è diventato abbastanza uniforme puoi passare a fare le radici ogni 3-4 settimane e tutta la chioma ogni 2-3 mesi.
      Le quantità da usare sono indicative perché dipendono da quanto prodotto assorbono i tuoi capelli. 100 gr bastano per coprire una chioma fino alle spalle. Se hai tanti capelli potrebbe servirne di più se hai capelli fini a volte ne basta meno.
      Soprattutto all’inizio, stai larga come quantità perché l’henné non è come la tinta. Di henné ne serve di più per ricoprire bene il capello e permettergli di colorarsi bene. Quindi abbonda. Fai in tempo in seguito, quando farai solo la ricrescita a usarne meno. Anche perché ci avrai preso la mano e saprai esattamente quanta quantità usare per i tuoi capelli.
      Considera che il prodotto che avanza può essere surgelato e riutilizzato in seguito.
      Per quando ti sarai impratichita, queste sono delle erbe che puoi aggiungere all’henné puro per esaltarne il rosso:

      Curcuma https://www.ecocose.com/trattamenti-olii-polveri/1375-le-erbe-di-janas-curcuma.html
      Ibisco https://www.ecocose.com/henne-e-tinte-vegetali/1393-le-erbe-di-janas-ibisco.html
      Robbia https://www.ecocose.com/henne-e-tinte-vegetali/1392-le-erbe-di-janas-robbia.html
      Mirtillo (io uso il succo concentrato, lo trovi al supermercato) – ha un effetto riflessante molto blando
      Vino rosso (dopo avere fatto evaporare l’alcol) – ha un effetto riflessante molto blando
      Infusi di karkadé o frutti rossi – hanno un effetto riflessante molto blando

      Oppure per ottenere toni di rosso più freddi e tendenti al castano (dipende dal capello) puoi usare:

      Amla https://www.ecocose.com/trattamenti-olii-polveri/1373-le-erbe-di-janas-amla.html
      Nagar motha https://www.ecocose.com/trattamenti-olii-polveri/1374-le-erbe-di-janas-nagar-motha.html
      Mallo di Noce https://www.ecocose.com/henne-erbe-tintorie-e-tinte-vegetali/2503-centifolia-polvere-di-mallo-di-noce.html
      Katam (quasi sempre esaurito perché arriva dallo yemen e la situazione politica non permette gli scambi commerciali) https://www.ecocose.com/henne-e-tinte-vegetali/1395-le-erbe-di-janas-katam.html
      Indigo (se non ti piacciono i toni scuri, usalo con parsimonia perché dà toni molto freddi o castano scuro) https://www.ecocose.com/henne-e-tinte-vegetali/1394-le-erbe-di-janas-indigo.html

      Per i metodi di applicazione, come fare l’impasto ecc… ti suggerisco di leggerti gli articoli del mio blog e di seguire le indicazioni che trovi nella descrizione del mix di erbe khadi che ti ho suggerito su Ecocose.
      ciao!

  • Roberta
    Scritto alle 21:40h, 27 Settembre Rispondi

    Dimenticavo, ho fatto l’ultima tinta verso fine agosto, quando potrei fare l’henne? inizio già ad avere la ricrescita. Grazie ancora!

  • Michela
    Scritto alle 07:59h, 03 Aprile Rispondi

    Buon giorno mi chiamo Michela e vorrei x la prima volta tingere i capelli con henne la mia base e biondo scuro con colpi di sole ed ho una ricrescita di 2 -3 centimetri . Mi piacerebbe tornare al mio colore o cambiare e farmi un colore cioccolato con dei riflessi però non so che mescola devo fare x non diventare rossa.in attesa di risposta vi auguro buona giornata e complimenti x il sito

    • Luana
      Scritto alle 16:02h, 23 Aprile Rispondi

      Ciao, premetto che i risultati sui capelli tinti e decolorati non sono prevedibili e che è sempre necessario fare una prova su una ciocca nascosta (tenendo conto che sui capelli naturali si otterrà un colore e su quelli tinti-decolorati un altro).
      Se vuoi tornare del tuo colore naturale, ossia biondo scuro, puoi utilizzare ad esempio il mix Khadi Biondo Scuro: https://www.ecocose.com/henne-erbe-tintorie-e-tinte-vegetali/3452-khadi-tinta-vegetale-biondo-medio-henne-biondo-medio.html che è già pronto e facile da usare per chi è alle prima armi.
      Per raggiungere, invece, un color cioccolato partendo da una base chiara devi necessariamente fare un passaggio intermedio colorando i capelli di rosso e poi di cioccolato, per cui te lo sconsiglio perché il rosso verrà fuori dato che i colori scuri tendono a scaricare prima dei rossi.
      ciao

Scrivi un commento

Ti sono piaciuti i prodotti di cui abbiamo parlato?

Grazie per aver letto il nostro blog

Vorresti acquistare i cosmetici

di cui hai appena letto?

Puoi acquistarli proprio qui su Ecocose