Uso e abuso del Tea Tree oil e degli altri oli essenziali

Tea Tree Melaleuca alternifolia

17 Mar Uso e abuso del Tea Tree oil e degli altri oli essenziali

Ultimamente si è assistito ad una sempre maggiore diffusione di informazioni sull’utilizzo di Tea Tree oil e altri oli essenziali per applicazione cosmetica.
Sfido chiunque sia un minimo dentro alla cosmesi ecobio o naturale a non avere in casa un flacone di Tea Tree oil, proposto ovunque come una panacea.

Con lo sviluppo dell’arte dello “spignatto” e della cosmesi fai-da-te le ricette che includono il Tea Tree oil hanno iniziato a  proliferare: creme, maschere viso, stick dopo-puntura, stick anti-brufoli ecc…

Inoltre, siccome il web è una grande fonte di informazioni ma talvolta anche di disinformazione, troppo spesso si fa confusione tra oli vegetali e oli essenziali. Il che crea dubbi sull’applicazione di questi due prodotti così diversi.

Serve quindi un po’ di chiarezza.

Olio essenziale

Che cos’è il Tea Tree oil?

Il Tea Tree Oil è l’olio essenziale di Tea Tree o Albero del Tè (Melaleuca Alternifolia), una pianta che cresce in Australia. Da sempre gli aborigeni ne utilizzano le foglie per le note proprietà antibatteriche, antifungine, antisettiche, in caso di puntura di insetto ecc…
Da noi, l’olio essenziale di Tea Tree viene utilizzato come rimedio naturale, proprio per le suddette proprietà e anche nella cosmesi in caso di impurità, acne, pelle grassa. Molte creme o lozioni recano tra i principi attivi proprio il Tea Tree.

Un uso intelligente dell’olio essenziale di Tea Tree non è dannoso.

Una crema che contiene Tea Tree può essere ottima per eliminare le impurità in una pelle grassa o soggetta ad acne.

Un paio di gocce di Tea Tree oil mescolate a qualche cucchiaino di argilla e a un idrolato possono costituire una semplice ma efficace maschera viso in caso di pelle grassa o impura. Da applicare una volta  a settimana su pelle pulita, tenere in posa 5 minuti e poi risciacquare, facendo seguire la normale routine di cura del viso (tonificazione-idratazione).

Tuttavia..

1) Il Tea Tree oil è un olio essenziale, non un olio vegetale.

Gli oli vegetali sono oli ottenuti da noccioli, semi, radici ecc…. per lo più attraverso pressatura. Alcuni oli vegetali comuni sono l’olio di oliva, di mandorle dolci, di argan, di cocco, di rosa mosqueta, di avocado, di germe di grano, di crusca di riso…
Questi oli possono essere utilizzati puri sulla pelle, anche quotidianamente. A seconda delle proprietà del singolo olio, possono avere un’azione nutriente, elasticizzante, protettiva, essere ricchi di vitamine e di altri nutrienti importanti per il benessere della nostra pelle.
Gli oli vegetali possono essere utilizzati anche in dosi generose.

Gli oli essenziali, invece, si ottengono per lo più dalla distillazione in corrente di vapore di parte di alcune piante. L’olio essenziale è un olio estremamente concentrato che reca in sé tutta l’essenza della pianta stessa. Per questo va usato con moderazione. Non per niente i flaconi di olio essenziale sono solitamente dotati di contagocce, proprio per farne un uso misurato.
Inoltre, di solito, gli oli essenziali non si usano puri ma si diluiscono negli oli vegetali. Il Tea Tree oil fa eccezione perché si può saltuariamente utilizzare puro. Non è l’unico, peraltro: anche l’olio di lavanda può essere utilizzato saltuariamente puro.
Però, anche qui si tratta di avere moderazione. Un conto è un’applicazione localizzata e per pochi giorni di 1-2 gocce di olio essenziale su un’imperfezione, in caso di herpes ecc…  Un altro conto è utilizzarlo come fosse un tonico ed applicarlo tutti i giorni su tutto il viso.
Mi è capitato di sentire delle ragazze lamentarsi perché la pelle si era irritata dopo che avevano applicato per giorni l’olio essenziale di Tea Tree o di limone su tutto il viso come fosse una crema perché “i brufoli erano dappertutto”.
L’uso corretto del Tea Tree oil puro è molto semplice: applicazione localizzata e per un breve periodo. Il resto è un abuso e come tale ha delle controindicazioni.

2) Bisogna utilizzare l’olio essenziale adatto al proprio tipo di pelle.

L’olio essenziale di Tea Tree non è una panacea! Non risolve ogni male, non può andare bene a chiunque, per qualunque tipo di pelle, in qualunque caso. La stessa maschera viso proposta sopra (argilla + tea tree) può risultare troppo aggressiva in caso di pelle secca o sensibile.

Bisogna farne un uso appropriato a seconda del tipo di pelle ed evitare l’abuso. Solo perché abbiamo letto una ricetta su internet o l’ha provata nostra sorella o la nostra amica, non significa che andrà necessariamente bene per noi. Ognuno di noi è diverso e ha bisogno di attenzioni diverse.

Aggiungere un paio di gocce di Tea Tree oil alla crema viso può essere utile in alcuni casi ma del tutto inadatto in altri. Non possiamo pensare che un olio essenziale potente come il Tea Tree, consigliato per pelle grassa e impura, possa essere adatto su pelli secche, sensibili, delicate.
Per queste pelli ci orienteremo su oli essenziali più adatti, come ad esempio la lavanda (di facile reperibilità e dai molteplici usi), il geranio o la (ben più costosa) rosa.

Bisogna ascoltare la propria pelle e valutare di che cosa ha bisogno per stare bene!

Pidocchi metodi naturali

3) Tutti gli oli essenziali vanno usati con cautela sui bambini.

Non c’è nulla di più delicato della pelle dei bimbi. Eppure sempre più spesso mi capita di sentire di mamme che utilizzano gli oli essenziali puri sui bambini per farli addormentare, per fare dei massaggi o per prevenire i pidocchi.

Addirittura una mamma mi ha detto di applicare ogni sera un mix di oli essenziali di Tea Tree, Rosmarino ed Eucalipto per fare respirare meglio il suo bambino la notte. Ha preso la ricetta da internet.

Si tratta di esagerazioni che possono portare anche a dei seri problemi. Gli oli essenziali, così concentrati, non devono essere usati puri sulla pelle delicata dei bambini! E anche se li diluiamo in olio di mandorle dolci non bisogna comunque abusarne.
Sui neonati e bimbi sotto i 2 anni poi bisognerebbe evitarli del tutto.

Per fare respirare bene i bimbi, si può mettere poche gocce di Tea Tree oil o di un olio essenziale balsamico (ad es: Eucalipto, Pino…) nella vaschetta di acqua del termosifone nella stanza dei bimbi o in un diffusore di oli essenziali. Questo permette di diffondere l’o.e. e di purificare l’aria senza andare ad agire direttamente sulla pelle dei bimbi.
Per un massaggio rilassante, vi sono in commercio degli oli vegetali specifici pensati per i bimbi che contengono un giusto bilanciamento di oli essenziali e in questo modo non c’è il rischio di esagerare con le dosi.
Per la prevenzione e il trattamento della pediculosi, se non si vuole ricorrere agli shampoo chimici e si cerca un metodo naturale, sicuramente un’applicazione di olio di neem (olio vegetale) è indicata nei bambini in età scolare. In caso di infestazione acuta da pidocchi, si può aggiungere all’olio di neem qualche goccia di olio essenziale di Tea Tree con cui fare un’applicazione più intensa.
Ma applicare ogni sera l’olio essenziale di Tea Tree puro sulla cute delicata di un bimbo, come ho sentito dire a qualche mamma, è assolutamente da evitare! Il rischio è di trovarsi poi con brutte irritazioni e con una sensibilizzazione ad un olio essenziale usato a sproposito.

4) Va impiegato alle giuste dosi nella cosmesi fai-da-te.

La Cosmesi fai-da-te o “spignatto” è un’arte nobile. Bisogna avere competenza, esperienza e buon senso per esercitarla.
Dato che si ha la sensazione che la cosmesi fai-da-te sia più “genuina” e più “buona” della cosmesi tradizionale, spesso si pensa che tutto sia concesso, anche l’abuso dei principi attivi.
Non è così. Una crema fatta in casa, per quanto genuina, se esageratamente caricata di oli essenziali può fare più male che bene.
Ecco perché è importante la conoscenza approfondita di quello che si sta facendo, delle proprietà degli oli essenziali, così come di eventuali effetti collaterali.

Tea Tree Melaleuca

Riassumendo

Il Tea Tree oil e gli altri oli essenziali possono essere degli utili alleati per la nostra salute e la bellezza della nostra pelle, ma un uso intelligente degli o.e. necessita che vengano seguite alcune regole fondamentali:

  • Diluizione in oli vegetali;
  • Puri solo il tea tree o la lavanda e solo per applicazioni localizzate e limitate nel tempo;
  • Utilizzo a gocce, non a litri!
  • NO sui bambini al di sotto dei 2-3 anni;
  • Conoscenza della pianta e delle proprietà;
  • Buon senso!
Guarda i prodotti con il principio attivo Tea Tree su Ecocose
The following two tabs change content below.
Titolare di Ecocose.com negozio online di cosmesi ecobio. Amante del biologico, della Natura, dei libri, dei viaggi e del vivere responsabilmente.
10 Commenti
  • Greta
    Scritto alle 13:01h, 26 Aprile Rispondi

    Salve! Trovo molto utile le delucidazioni di questo articolo!
    Il problema è come ci sono arrivata : ossia cercando qualcosa di ancor più concentrato e forte del tea tree oil! (o meglio, quello di bottega verde, che oltre l’olio ha giusto un emolliente, da quel che leggo sull’app Biotiful)
    Mi spiego:il mio utilizzo, stando alle suddette indicazioni, è una via di mezzo fra l’equilibrato e l’esagerare, perché quello che faccio è : prima di andare a letto,ovviamente dopo la detersione,metto la crema idratante, quindi col contagocce pieno a metà, distribusico le gocce di tea tree oil sui brufoletti Che ho schiacciato (a volte lo metto anche “a secco”, senza crema prima, appena li ho schiacciati), e sulle macchie di brufoli precedenti. Quello che succede è che nel giro di 2-3 settimane, con l’applicazione ogni sera, le macchie diventano notevolmente meno visibili, e nel tempo alcune scompaiono anche! Tanto che, appunto, mi chiedevo se ci fosse qualcosa di ancor più concentrato per accelerare ulteriormente il processo!
    Ciò non toglie che la mia pelle continua ad essere soggetta a brufoli in alcune zone una tantum/prima del ciclo,ma trovo che questa routine, che ormai ho da 4 anni minimo, mi aiuti molto!
    Quello che farò da oggi sicuramente è di evitare di distribuirlo laddove non è strettamente necessario (se c’è un brufolo rosso bene, ma magari meglio evitare di espanderlo alla zona attorno se non ce ne sono altri); semmai di diluire delle gocce nella crema e poi agire con altre pochissime gocce sulle zone interessate di cui sopra, e cercare anche di fare le maschere a zona – visto che, tolte le parti coi brufoli, la mia pelle è secca e sensibile).
    Ci sono altri accorgimenti che posso prendere? C’è qualcosa nella mia routine che sbaglio e che mi crea l’effetto opposto a quello voluto (ossia magari metto troppo olio, la pelle reagisce con un brufolo, lo schiaccio, metto l’olio,si cura e dinuovo tutto daccapo)?
    Grazie ancora per l’articolo e grazie in anticipo per la risposta 🙂

    • Luana
      Scritto alle 18:17h, 05 Maggio Rispondi

      Ciao, i brufoli sono provocati da tante cause (alimentazione, sbalzi ormonali, cattiva pulizia del viso, stress ecc…) e ci sono delle pelli che sono sempre soggette a brufoli, anche se mangiano bene, puliscono il viso bene, non hanno sbalzi ormonali, non sono stressate ecc…
      Quindi direi che quello che fai è già fin troppo. Non andrei ad aggiungere altri prodotti né credo che ci sia qualcosa di più efficace del tea tree applicato localmente e puro. 🙂
      L’unica cosa che mi sento di consigliarti eventualmente è il Gel di aloe con Tea Tree della Bioearth https://www.ecocose.com/materie-prime/1466-bioearth-aloe-vera-con-tea-tree.html che grazie alle proprietà dell’aloe che veicola i principi attivi riesce a fare diventare l’applicazione del tea tree ancora più efficace, senza avere le controindicazioni dell’olio essenziale usato puro sulla pelle. E il gel di aloe ha un’azione cicatrizzante quindi ti aiuta a sanare le cicatrici lasciate dai brufoli.
      Per il resto, a parte una pulizia quotidiana mattino e sera e scrub e/o maschera purificante settimanale, non farei di più. 🙂
      ciao!

  • Livia
    Scritto alle 01:07h, 08 Novembre Rispondi

    Salve , mi ha molto interessato il consiglio dell’aloe vera in quanto uso come crema per il viso una crema “fai da te” con gel puro di aloe vera , tee tree oil e olio di argan , volevo sapere però se è possibile quali dovrebbero essere le quantità di TEE tree oil da integrare agli altri due ingredienti perché ho paura di esagerare con le dosi che metto , visto che principalmente vado “ad occhio “.
    Grazie mille in anticipo!

    • Luana
      Scritto alle 10:50h, 14 Novembre Rispondi

      Buongiorno, mi pare di aver capito che mescola gel di aloe, olio di argan e tea tree al momento e senza seguire una ricetta precisa in grammi. In questo caso, non si tratta di una crema fai da te ma della semplice mescolazione di un olio al gel di aloe e quindi con l’olio essenziale deve regolarsi a occhio, stando attenta a non esagerare perché non seguendo una ricetta precisa, rischia di abbondare. Per aiutarla a regolarsi, consideri che la percentuale di olio di tea tree che si consiglia per una crema viso è intorno a 0,3%.

  • Mira
    Scritto alle 01:16h, 16 Febbraio Rispondi

    Ho la pelle irritata, mi grotto non sempre ma se mi lavo con il tee trin con il bagno caldo aiuta?

    • Luana
      Scritto alle 15:23h, 23 Aprile Rispondi

      Ciao, non posso darti consigli specifici non conoscendo il tuo caso né avendo visto di persona che tipo di problema hai. Nei casi di irritazione persistente, comunque, e che non va via in qualche giorno con normali rimedi (come l’aloe) è sempre bene rivolgersi al medico.
      ciao

  • Giorgia
    Scritto alle 15:10h, 03 Maggio Rispondi

    Ciao, io avrei un problema, e non so se voi siate a conoscenza di quale sia la cosa che realmente sia avvenuta e quale (magari) una soluzione. Conosco il tea tree oil, e l’accuratezza che serve nell’usarlo, forse però ho abusato l’ultima volta, quando, dopo uno scrub, ho bagnato un dischetto di cotone con acqua e gocce (forse troppe) di tea tree oil, per dare un effetto tonico. Il problema è che da quel momento sul mio viso, esttamente in una larga parte che circonda tutta la bocca partendo dal naso (insomma dove normalmente si formano le grandi rughe d’espessione) ho delle immense macchie rosse, formate da piccolissimi puntini rossi. Credo, vista la sincronia, che sia stato l’olio a irritarmi, ma il problema è che sono passati due mesi, e queste macchie non vanno via! nonostante lavaggi, olio di rosa mosqueta a gogo, creme lenitive naturali… Non so come fare e quale sia il problema. Non so se possiate dirmi qualcosa :(. Grazie!

    • Luana
      Scritto alle 07:22h, 17 Maggio Rispondi

      Ciao, l’olio essenziale di tea tree può in alcuni casi sensibilizzare la pelle. Considera che dopo un’esfoliazione la pelle è più sensibile, quindi non si dovrebbero utilizzare prodotti irritanti (per la cronaca: acqua e olio essenziale su un dischetto non fanno l’effetto di un tonico, per quello ci sono prodotti appositi o acque floreali che non hanno la concentrazione di un olio essenziale e quindi sono indicate per essere utilizzate pure sulla pelle).
      Detto questo, quando la pelle ha una reazione di insofferenza così prolungata come quella che descrivi tu, l’unica soluzione è andare dal medico. Un rossore di qualche ora può capitare e va via da solo, ma se un sintomo di insofferenza o reazione persiste bisogna sempre andare da un/a professionista. ciao

  • Claudia
    Scritto alle 00:17h, 13 Maggio Rispondi

    Ciao soffro di prurito intimo da piu di qualche mese.. nessun ginecologo finora è riuscito a trovarne la causa.. nel frattempo ho provato tante creme chimiche tra cui travocort e gine canesten.. senza nessun risultato.. ho comprato il tea tree oil per sentito dire.. ma non so come utilizzarlo.. mi è stato molto d aiuto il tuo articolo.. se potessi darmi qualche suggerimento te ne sarei grata

Scrivi un commento

Ti sono piaciuti i prodotti di cui abbiamo parlato?

Grazie per aver letto il nostro blog

Vorresti acquistare i cosmetici

di cui hai appena letto?

Puoi acquistarli proprio qui su Ecocose